Archivi categoria: Esselunga

Area ex-Avir, Esselunga e vecchio forno

A PROPOSITO DI PARCHEGGI

Una settimana fa ho scritto una letterina al Sig. Sindaco Dott. Ing. Marco Colombo, non mi ha ancora risposto e penso che mai lo farà. Ha preso la triste abitudine di andarsene dal consiglio comunale quando parlo e quindi non mi aspetto una risposta.

Immagino che avendo appena incassato 4 milioni di euro da Esselunga non tirerà le orecchie alla direzione del supermercato.

Se invece l’amministrazione non mi ha risposto ma si è attivata sarei felice di prenderne atto.

Michele Pizzini

Questo il testo della mia richiesta:

SESTO CALENDE, 12-07-2016

ALL’ATTENZIONE DI:

SIG. SINDACO MARCO COLOMBO

ARCH. GIOVANNI BUZZI

E p.c. SIG. SEGRETARIO COMUNALE DOTT. MAURO MICHELONE

Egregio sig. Sindaco, egregio Assessore,

Con la presente si comunica che a distanza di mesi dalla apertura del supermercato Esselunga, i già contestati e fuorvianti cartelli relativi all’uso dei parcheggi non sono stati rimossi.

In particolare si fa presente che, sebbene la convenzione tra Esselunga e Comune chiarisca che i parcheggi al piano -2 ed al piano terra siano di uso regolamentato, a pagamento ed aperti liberamente anche ai non clienti del supermercato, i cartelli esplicitano l’uso esclusivo per i clienti del negozio (anche al piano -2)

Con la presente si richiede di intervenire quanto prima per far apporre adeguata cartellonistica.

Si richiede inoltre di valutare l’opportunità di apporre agli ingressi dei parcheggi adeguata segnalazione in analogia ai parcheggi comunali numerati con l’indicazione “a pagamento”.

Si richiede inoltre di addivenire al più presto, come richiesto in particolare dai commercianti, ad un accordo con la proprietà che preveda la collocazione di parcometri nei pressi degli stalli affinché gli utenti del parcheggio non debbano utilizzare la cassa del supermercato al fine di incrementarne l’uso sebbene le tariffe non siano certamente incentivanti.

 

Michele Pizzini

Insieme per sesto

PII ex Avir oggi Esselunga. Ultimo capitolo.

Con l’approvazione in giunta delle controdeduzioni alle osservazionisi concluderà la storia più che decennale del PII ex-Avir – oggi Esselunga.
Vista la modifica della legge urbanistica da parte della regione, la discussione sulle osservazioni e la conseguente votazione non è infatti più appannaggio del consiglio comunale ma della giunta, un altro piccolo pezzetto di democrazia che se ne va.

cattura

Ci ha pensato la giunta a correggere l’iter previsto presentando una mozione, seppur tardiva, e riportare in CC la chiusura della procedura. Ad alcuni di noi questa mozione è sembrata più un voto di fiducia chiesto alla maggioranza dall’assessore Buzzi, firmatario della mozione, che un esercizio di democrazia.

Il progetto di riuso dello stabilimento ha caratterizzato la storia di Sesto e continuerà a farlo anche in futuro. Sappiamo tutti come la vicenda è stata dirimente nella campagna elettorale del 2014, il confronto pubblico non c’è mai stato ma le vicende elettorali hanno avvallato le posizioni dell’amministrazione in carica, parlarne oggi è un po’ come tornare indietro di qualche anno e lo facciamo per rispetto di chi ha dedicato anni a questo progetto (penso a tutte le precedenti amministrazioni di IXS) e un po’ perché ai Sestesi qualche dubbio tardivo è sopraggiunto, viste le numerose osservazioni al piano pervenute.
Continua la lettura di PII ex Avir oggi Esselunga. Ultimo capitolo.

Ma quanto è caro l’aperitivo a Sesto!

Riprendiamo dalla nostra pagina Facebook un interessante post sul tema parcheggi ed il divertente rilancio del Sestese Imbruttito!

Ci segnalano e noi condividiamo: 7.30 € di parcheggio per un aperitivo a Sesto C., la prossima volta continuerò la…

Pubblicato da Insieme per Sesto su Lunedì 25 gennaio 2016

Non è l'effetto delle Bollicine ma sicuramente quello di un buon Gin Tonic magari fatto dalle mani sapienti di Marco…

Pubblicato da I love Sesto Calende su Martedì 26 gennaio 2016

Parcheggi esselunga: le nostre 12 proposte espresse con le osservazioni al PII

1) Parcheggi gratuiti. Uso gratuito di tutti i parcheggi posti a raso ed al piano secondo interrato.

2) Tariffe ridotte. Tariffe pari a quelle praticate nelle altre zone a pagamento del Comune di Sesto Calende.

3-4) Parcheggi lavoratori/residenti zona centro. Tariffe agevolate giornaliere e/o annuali/mensili per coloro che svolgono attività lavorativa e residenti nella zona Centro.

5) Parcheggi pendolari. Uso gratuito di n. 100 parcheggi o comunque in numero sufficiente al fabbisogno. In subordine tariffe agevolate giornaliere e/o annuali/mensili.

6) Parcheggi dipendenti Esselunga. Area destinata all’interno dei parcheggi Esselunga.

7) Parcheggi gratuiti al mercoledi’. Uso gratuito nella giornata di mercoledì durante l’orario del di mercato.

8-9-10-11) Parcheggi per attivita’ commerciali. Uso gratuito nelle serate di venerdì, sabato, domenica nel periodo dal 01 giugno al 30 settembre, utilizzo anche in orari e nei giorni di chiusura di Esselunga, apertura serale del solo parcheggio a raso.

12) Parcheggi per scuola. Uso gratuito per il primo quarto d’ora.

La vendita: disagio per i cittadini

La cessione dei parcheggi, quelli posti a raso ed al piano secondo interrato, da parte dell’amministrazione Colombo ad Esselunga, si configura come un disagio per i cittadini. Tutti.

E’ vero, i parcheggi continuano ad essere a disposizione di noi cittadini, ma a quale costo? (1,80 € la prima ora, 2,50 € la seconda e 3,00 € la terza) Con quale disservizio e restrizioni?

Insieme per Sesto, oltre ad altre più tecniche, ha presentato anche 12 osservazioni al progetto EX-AVIR in merito al “disagio” condividendole con i cittadini e raccogliendo oltre 80 firmatari. Dodici osservazioni equivalenti a dodici proposte in alternativa tra di loro, in alcuni casi complementari, partendo dalla richiesta della totale gratuità degli stessi, come stabilito dalla precedente Amministrazione di Insieme per Sesto, fino all’apertura serale o estiva o gratuita nella giornata del mercoledì cercando di ridurre il “danno”.

Ora aspettiamo le risposte dell’Amministrazione.

Intanto l’indomani della presentazione delle osservazioni, il Comune ha già provveduto a cambiare il regime dei parcheggi di via Risorgimento modificandoli da gratuiti a disco orario di 3 ore per poi tramutarli in pagamento per poi lasciarne una parte libera per i pendolari ed una no.